Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Associazioni

  • LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI

    LILT

    Associazione : LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI

 

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) è l’unico Ente Pubblico esistente in Italia con la specifica finalità di combattere il cancro attraverso la prevenzione,  ma è anche la più antica organizzazione del settore. Venne, infatti, costituita nel lontano 1922 e già nel 1927 ottenne il riconoscimento giuridico e la qualifica di “Ente Morale”, con decreto di Vittorio Emanuele III, Re d’Italia.

Opera senza fine di lucro su tutto il territorio nazionale, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, la vigilanza diretta del Ministero della Salute, di cui costituisce l’unico braccio operativo, quella indiretta del Ministero dell’Economia e delle Finanze ed il controllo della Corte dei Conti.

Collabora con lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni e con le principali organizzazioni operanti in campo oncologico nazionale. A livello internazionale è membro dell’European Cancer Leagues (ECL), dell’Union for International Cancer Control (UICC), dell’European Men’s Health Forum (EMHF) e mantiene rapporti con l’American Cancer Society e con analoghe istituzioni in Cina, Albania, Kosovo.

La LILT diffonde la cultura della Prevenzione in tutti i suoi aspetti. Dalla prevenzione primaria per ridurre i fattori di rischio e le cause di insorgenza della malattia, alla prevenzione secondaria (visite mediche ed esami strumentali per la diagnosi precoce dei tumori ); alla prevenzione terziaria, per farsi carico delle problematiche del percorso di vita di chi ha sviluppato un cancro.

E’ estesa capillarmente sull’intera penisola: oltre alla Sede Centrale in Roma è, infatti, articolata in 106 Sezioni Provinciali e circa 800 Delegazioni Comunali che raccolgono quasi 250.000 soci e principalmente 397 Spazi Prevenzione (ambulatori) e 15 hospice, attraverso i quali riesce a diffondere la cultura della prevenzione e garantire una presenza costante a fianco del cittadino, del malato e della sua famiglia, con una funzione alternativa, ma più spesso integrativa e di supporto al Servizio Sanitario Nazionale. Tale delicata missione è affidata ad un ristretto numero di collaboratori diretti, affiancati dal contributo generoso di un corpo di 5.000 volontari permanenti, che riescono a moltiplicarsi fino a 25.000 in occasione delle campagne nazionali.

Per il conseguimento dei propri obiettivi primari la LILT è impegnata in molteplici attività accessorie, finalizzate all’offerta di una pluralità di servizi. Tra i più rimarchevoli vi è, senza dubbio, la Linea Verde SOS LILT (800-998877): un team di esperti, composto da medici, psicologi e giuristi offre quotidianamente, in forma gratuita ed anonima aiuto ed assistenza, in particolare a chi desideri smettere di fumare. Ma l’attività antitabagismo, per la quale la LILT è referente italiana dell’Organizzazione Mondiale di Sanità (OMS) non si limita alla Linea Verde, ma prevede anche corsi di disassuefazione dal fumo, di elevato riscontro.

Per divulgare la corretta informazione e promuovere l’educazione sanitaria la LILT ha istituito diverse Campagne Nazionali.

 

Settimana Nazionale  per la Prevenzione Oncologica

In concomitanza con l’arrivo della primavera si svolge, da circa 10 anni, uno dei principali appuntamenti della LILT: la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, istituita con Decreto del Presidente del Consiglio, ha lo scopo di diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di corretti stili di vita.

 Il simbolo della Settimana per la Prevenzione è la bottiglia d’olio d’oliva extravergine, il “principe” della Dieta Mediterranea.

 

Giornata mondiale senza Tabacco

La lotta al fumo è uno dei cardini fondamentali della LILT. In occasione del  31 maggio, Giornata Mondiale Senza Tabacco promossa dall’OMS, la LILT è protagonista di una intensa mobilitazione, con la presenza nelle piazze, la distribuzione di materiale informativo e una forte campagna di sensibilizzazione.

 

Notte Bianca della Prevenzione

Il 2010 ha visto la nascita di una nuova Campagna Nazionale: la Notte Bianca della Prevenzione.  Una notte in cui la cultura, in tutte le sue forme artistiche, si coniuga  con la cultura della prevenzione e della salute. Un modo per garantire a tutti, lontano dagli impegni quotidiani e in un clima sereno, visite mediche specialistiche gratuite, informazioni e consigli sulle regole per un corretto stile di vita. L’evento, infatti,  è accompagnato da una serie di manifestazioni artistiche e culturali: i musei comunali in alcune città restano aperti, in altre vengono organizzati spettacoli e  restano  aperti negozi e librerie.

 

Nastro Rosa

La Campagna Nastro Rosa  ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella. Per tutto il mese di ottobre la Sede Centrale e le Sezioni Provinciali LILT offrono visite senologiche gratuite nei loro ambulatori, organizzano  conferenze e dibattiti, distribuiscono materiale informativo e illustrativo e mettono in atto molteplici iniziative volte a responsabilizzare sempre più le donne su questa problematica.

 

Nell’ambito dei servizi offerti la LILT dedica ampio spazio anche ad un’attività di tipo prettamente scientifico: finanzia, infatti, borse di studio e progetti di ricerca (l’importo dei progetti finanziati nell’ultimo decennio ammonta a 10,5 milioni di Euro), fornisce formazione al personale medico e paramedico, cura la pubblicazione di opuscoli e monografie a carattere divulgativo.

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori provvede agli scopi statutari principalmente con i contributi dello Stato (che negli ultimi due esercizi hanno, tuttavia, subito un drastico ridimensionamento), ma anche con le liberalità, donazioni ed oblazioni di enti e privati, nonché con le rendite del proprio patrimonio.

L’Ente ha, comunque, posto una costante attenzione ai risultati, più che alla cura della propria immagine e tale condizione si è maggiormente accentuata in relazione alla progressiva riduzione del volume di risorse statali disponibili. 

L’impegno quotidiano, per quasi novanta anni di attività, è stato, tuttavia, premiato con numerosi riconoscimenti, di seguito brevemente menzionati:

  • 1927: riconoscimento giuridico e qualifica di “Ente Morale”,
  • 1953: prima iniziativa di piazza per la raccolta fondi;
  • 1975: trasformazione in Ente Pubblico;
  • 1986: prima Giornata Mondiale senza Tabacco come referente OMS;
  • 1994: approvazione nuovo Statuto che riconosce le Sezioni Provinciali quali associazioni autonome;
  • 1997: nascita della Linea Verde;
  • 2001: riformulazione dello Statuto e revisione dei poteri interni. La Linea Verde, per i risultati conseguiti, entra a far parte, quale unica realtà italiana, dell’European Network of Quitlines;
  • 2003: la LILT viene insignita dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi della Medaglia d’Oro al Merito della Salute Pubblica;
  • 2008: con D.P.C.M. la LILT viene confermata quale Ente Pubblico;
  • 2010: la LILT con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri viene riclassificata quale Ente di “notevole rilievo”, in luogo del “normale rilievo” precedente. 
  • 2012: la LILT celebra 90 anni di attività a favore della Prevenzione oncologica

 

Sito: www.lilt.it