Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Associazioni

  • Dokita Onlus

    dokita asso

    Associazione : Dokita Onlus

DOKITA ONLUS

 

IL NOME

Il termine “Dokita” è un prestito linguistico al lessico della lingua bulu (Camerun) della parola tedesca doktor, che indica il medico, il dottore, ma anche l’uomo della medicina, il guaritore. 

Dokita è il titolo che a Sangmélima (Camerun) la popolazione locale diede all'infermiere e missionario Clemente Maino (1920-1974), religioso della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione (CFIC), il "fratello dei due mondi" che alla fine degli anni ’70 portò cure e assistenza medica a una delle comunità più povere dell’Africa, dedicandosi in particolare alla cura dei malati di lebbra. 

 

LA STORIA

L’Associazione Volontari Dokita onlus è nata trent'anni fa proprio su iniziativa di alcuni amici di Fratel Clemente Maino, con l’obiettivo di portare avanti l’opera da lui iniziata al fine di promuovere i diritti umani fondamentali tra le popolazioni del Camerun ed estenderla ad altre popolazioni nel mondo. 

Nel 1974, infatti, Clemente Maino muore prematuramente a Roma (e un po' beffardamente, per chi aveva fatto di un altro continente la sua casa) e, pochi anni dopo, nel 1983, si costituisce un gruppo di volontari laici che, dandosi il nome di Dokita in onore a Fr. Maino, decidono di proseguire l’opera di difesa dei diritti umani fondamentali da lui iniziata in Camerun.
Nel 1988
quel gruppo di volontari, sentendo l’esigenza di dare al movimento un’organizzazione giuridica, dà vita all’Associazione Volontari Dokita onlus che, nel 1991, riceve da parte del Ministero degli Esteri l’idoneità a svolgere attività di cooperazione allo sviluppo per la realizzazione di progetti nei Paesi in Via di Sviluppo.

 

LE ATTIVITA'

Negli anni, le attività di Dokita onlus si ampliano attraverso l’apertura di nuovi progetti, sempre in difesa dei più deboli: i bambini, le donne, gli ammalati e le persone che vivono in particolari condizione di disagio ed esclusione sociale.

Proprio ai disabili l'organizzazione dedica da sempre un’attenzione particolare, in Camerun (dove Dokita gestisce in collaborazione con dei partner locali un centro per la riabilitazione e il confezionamento delle protesi e l'unica scuola per bambini ciechi del Paese) ma anche in India, nelle Filippine e in Albania, dove il suo nome è sinonimo di professionalità e impegno morale.
Ad oggi, complessivamente, Dokita onlus opera in 13 paesi in 4 continenti (Africa, America Latina, Asia e nell’area dei Balcani), prestando soccorso ogni anno a più di 25mila persone in diversi ambiti di intervento: disabilità, salute, minori, educazione, migranti e donne in difficoltà.

Tra le molte attività portate avanti:

  • strutture sanitarie, dispensari medici, ambulatori e centri ospedalieri per offrire assistenza medica alle persone più povere e/o in particolari condizioni di disagio sociale;
  • strutture di accoglienza per minori orfani e/o abbandonati, ragazzi di strada, minori disabili e/o con esigenze particolari;
  • strutture educative per favorire l’alfabetizzazione dei minori in condizioni di disagio sociale psichico o fisico;
  • progetti volti a favorire il reinserimento sociale dei carcerati, con particolare attenzione alle donne con figli;
  • programmi per la sicurezza alimentare fra i minori.

 

LA MISSION

Dokita è nata da un gruppo di volontari laici per sostenere le opere dei missionari della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione. Insieme ai missionari, ai religiosi della CFIC Dokita, ha dato vita ad opere umanitarie a supporto dei più deboli, degli emarginati, degli ultimi della terra.

Dokita onlus lotta contro l’esclusione delle persone che vivono in condizioni di emarginazione e di particolare difficoltà. Soccorre e sostiene gli ultimi della terra per offrire loro la piena inclusione. Opera a favore di persone con disabilità, ammalati, orfani, ragazzi di strada e bambini che vivono in condizione di grande povertà e miseria. Realizza progetti volti a sostenere, curare, offrire istruzione e formazione professionale, al fine di migliorare le condizioni di vita delle persone che ne hanno più bisogno. Nel portare avanti tale obiettivo Dokita onlus mira altresì a creare una cultura del volontariato, della cooperazione, della solidarietà, della tolleranza, della pace, dell’uguaglianza nel rispetto delle diversità.

 

I VALORI

I principi ai quali Dokita onlus si ispira sono quelli della giustizia, della solidarietà e della pace, nella convinzione che esista un solo mondo per tutti, che ogni popolo sia protagonista e artefice del proprio sviluppo, che tutti gli uomini siano fratelli, indipendentemente dal colore della pelle, dalla lingua che parlano, dal paese in cui vivono, dal ruolo sociale che hanno. Dokita crede nella crescita, nel rispetto dei diritti umani, sociali e religiosi, nello sviluppo globale dell’uomo e opera per il miglioramento delle sue condizioni di vita e di salute.

 

www.dokita.org